Capitelli e Croci

CAPITELLO DELLE MADDALENE - Tassullo

A nord del piazzale del polygon Santa Giustina, all'imbocco della strada bassa verso Tassullo, si nota questo manufatto, collocato in questo angolo per una specie di sfratto forzoso. Infatti precedentemente sorgeva lungo la cupa ed erta via Romana che scendeva al Ponte Alto sul Torrente Noce. Ospitava un gruppo ligneo di notevole interesse, con il Cristo Crocifisso, la Madonna e Maria Maddalena (popolarmente era chiamato "Ciapitèl de le Madaléne"). Al momento dell'invaso, prima che ponte e strada fossero sommersi dalle acque del lago di Santa Giustina, venne ricostruito sul posto utilizzando gli stessi materiali. In sostituzione della statue, scomparse per mano di stolti ignoti, vi figura ora un dipinto del sacerdote pittore don Tarter.

CAPITELLO DELL' IMMACOLATA - Tassullo

Al bivio della strada per Sanzenone e Castel Valer, si trova una bella edicola che un cittadino del comune di Tassullo, volutamente sconosciuto, fece costruire a ricordo dell'Anno Mariano 1954, ornandola con la statuina della Vergine e circondandola con una graziosa aiuola.

CAPITELLO DI S. GIOVANNI NEPOMUCENO - Castel Valer

A monte e a margine della stradina che porta a Castel Valer, senza entrare nel castello, si trova un  capitello in muratura, assai antico, anche se non esattamente databile.Al suo interno la statua di S.Giovanni Nepomuceno.Il capitello è conservato con cura dai propietari conti Spaur.

CAPITELLO DI MARIA IMMACOLATA - Rallo

A margine del parcheggio della Scuola dell' Infanzia, a sud del paese di Rallo, si trova il capitello dedicato a Maria Immacolata. Nel basamento si legge: "A Maria riconoscenti fatto erigere dalla Famiglia Odorizzi Emanuele l'Anno Santo 1950 - Rinnovato Anno Mariano 1985". Al capitello sembra fosse legata anche la motivazione di grazia ricevuta. Il dipinto della Vergine nella nicchia indica il pennello di Ezio Demicheli di Rallo. La cornice marmorea che fa corona, di stile barocco, apparteneva all'altare della vecchia chiesa di S. Antonio.

CAPITELLO DI S. TERESA - Rallo

Nel Parco verde a Ovest della Chiesa Parrocchiale di S.Antonio si trova il capitello di S. Teresa di Lisieux. E' stato fatto erigere da Enrico Valentini (Rico Sant), in muratura e tetto spiovente di tegole. Nell'incavo conteneva un buon dipinto di autore ignoto, sostituito poi da una crocifissione in creta, eseguita dall' artista  Carlo Colosso di Rallo.

CAPITELLO ALL' IMMACOLATA - Rallo

Sempre nel parco verde ad ovest della chiesa si trova il capitello dedicato all'Immacolata. Si tratta di un manufatto costruito dal muratore Tullio Valentini, in segno di ringraziamento in quanto miracolato. Infatti rimase illeso a seguito di una brutta caduta dal tetto del magazzino frutta di Tassullo. All'interno del capitello figura la statua della Madonna Immacolata in gesso dipinto. La base , formata da pietre rettangolari, porta la scritta: “Eretta dalla Famiglia Tullio Valentini per Grazia ricevuta".

CAPITELLO DI S. GIOVANNI NEPOMUCENO - Rallo

Il capitello si trova al limite nord dekk' abitato di Rallo. Si tratta di una notevole edicola che alla qualità del rilievo artistico unisce la rievocazione di una pagina di storia locale. Venne fatta erigere nel 1766, in muratura e con copertura a capanna, dal barone Carlo Cristani, dell'omonima nobile famiglia, anaune. Nella nicchia, un alto piedistallo lavorato sorregge la statua di S.Giovanni Nepomuceno, scolpita in pietra pomice con sensibile maestrìa. Una mano del santo, caduta e spezzata, fu rimessa in gesso. La lunga iscrizione latina spiega che si tratta di ex voto per felice composizione di lite e per la salvezza del figlio Andrea, nato prematuro.

CAPITELLO DEL CROCIFISSO - Pavillo

La bella edicola si erge sopra una scalinata, a sud dell'abitato di Pavillo, all'inizio della strada alta che conduce verso il Paese di Nanno. La maestra Erminia Menapace , nelle memorie del suo paese, riferisce che era stato eretto per ringraziare Dio che aveva fatto mutare la direzione del vento durante un incendio che minacciava di distruggere l'intera frazione, nel 1676. Rialzata da terra tramite sette gradini, l'opera muraria, di recente restaurata, appare in buona conservazione. Dietro all'inferriata di protezione campeggia un Crocifisso in vetroresina, destinato a rimpiazzare quello autentico, di ottima fattura, proveniente con ogni probabilità dagli intagliatori Strobel di Cles, che ha trovato collocazione nella chiesa di Pavillo.

CAPITELLO DELLA MADONNA DI FATIMA - Pavillo

Costruito nel 1994 all'inizio della ripida stradina che porta al cimitero; nella nicchia romboidale del blocco marmoreo è ospitata la statua della Madonna di Fatima.

CROCI

Le croci votive si possono incontrare nell'abitato, in campagna, ai crocicchi delle strade. Una volta erano numerose: venivano sistemate a ricordo di sacre missioni o come voto di ringraziamento per la fine di calamità naturali e dannose epidemie. La loro poderosa mole in pietra non poteva passare inosservata. Attualmente resistono ancora a Rallo in località Orti, a Sanzenone al bivio verso il castello , a Zaut lungo la vecchia arteria per Nanno.

 

PRO LOCO TASSULLO
Piazza Carlo Antonio Pilati, 5
38019 Ville d'Anaunia (TN)
Tel: 339 2496495
P.IVA 01701670224 - C.F. 83031090224
SEGUICI: facebook Instagram
 

Con il patrocinio di: